Icon group

Sei socio di Banca Etica?

Allora entra anche tu in Soci in Rete! Compila questo modulo, è facile e ti permette di entrare nel nostro circuito della nuova economia

Inizia a vendere
Viaggi e Tempo libero

Altopiano di Asiago: la Grande Guerra

Prezzo originale: 310 euro
Prezzo scontato: 310 euro
Planet Viaggi Responsabili Scade il 31 Ottobre 2021 Acquista sul sito del Socio

Asiago -bosco

UN VIAGGIO NELLA STORIA – ALTOPIANO DI ASIAGO
Quattro giorni dedicati alla scoperta dell’Altopiano di Asiago con trekking nei luoghi famosi per gli avvenimenti accaduti durante la Prima Guerra

Itinerario a margherita, per minimo 2 persone, spostamenti con mezzi propri.

Perché viaggiare responsabile?
Un viaggio di turismo responsabile si basa su principi di equità economica, tolleranza, rispetto, conoscenza e incontro.
Porta a visitare le bellezze naturali, storiche e artistiche del paese visitato, dando però un “valore aggiunto” al viaggio: l’incontro con le popolazioni locali è visto come momento centrale
dell’esperienza turistica, rendendo il viaggio un’imperdibile occasione di conoscenza di un altro popolo, delle sue tradizioni, dei suoi usi e costumi, in un’ottica di scambio culturale.
Un viaggio responsabile mira a sostenere le economie locali dei paesi di destinazione utilizzando, per quanto possibile, servizi locali e lasciando dunque la maggior parte dei proventi turistici alle popolazioni locali.
Le comunità visitate sono protagoniste nella gestione del viaggio o di una parte di esso, nonché dirette beneficiarie dei risultati economici che ne derivano.

IL VIAGGIO:

PROGRAMMA DI VIAGGIO:
1°giorno: Arrivo ed escursione Monte Zovetto
Arrivo con mezzi proprio entro le ore 14.30 a Gallio e sistemazione bagagli. L’escursione di oggi è facile e adatta a tutti. La zona è famosa per gli avvenimenti
accaduti durante la Prima Guerra Mondiale e, in particolare, per essere stata occupata dalle truppe inglesi nel 1918. Nella parte sommitale del Monte Zovetto ci sono ancora
oggi ben visibili i segni di quel tragico periodo con una complessa linea di trincee iperfortificate.
Caratteristiche del percorso:
Difficoltà: facile
Dislivello: 150 m
Lunghezza: 3,6 km a/r
Tempo: 2 ore
Il punto di partenza dell’escursione è situato in corrispondenza della Cappella di Sant’Antonio a Cesuna. (superato l’abitato di Canove per chi arriva da Asiago, si
trovano le indicazioni per Cesuna. Proprio in centro al paese svoltare a sinistra seguendo le indicazioni per il Rifugio Kubelek e dopo qualche chilometro si raggiunge
un bivio che porta alla Cappella e al punto di partenza.). All’inizio del percorso incontrerete i 2 cimiteri della Val Magnaboschi e, superati, proseguirete attraverso un
sentiero che attraversa un bosco misto di Faggio, Abete Bianco e Abete Rosso dove una salita vi porterà verso la zona soprastante del Monte Zovetto. Uscirete dal bosco e
dopo un tornante imboccherete una strada sterrata che vi porterà nuovamente a percorrere un tratto nel bosco per arrivare poi alla parte sommitale del Monte Zovetto.
Da qui percorrerete la linea fortificata camminando all’interno delle fortificazioni e delle postazioni per mitragliatrici blindate. Il punto di arrivo è il Rif. Kubelek dove è
presente il cippo in memoria della Brigata Liguria che qui resistette agli attacchi austro-ungarici durante la Strafexpedition nel 1916 e da dove si può avere uno
splendido panorama su tutto l’Altopiano. Al ritorno prenderete la strada principale che scendendo dal Rifugio Kubelek vi porterà dopo circa mezz’ora al punto di partenza.

Possibilità di rilassarsi in SPA fino alle ore 19.30.
Cena e pernottamento.

2°giorno: Monte Ortigara
Partenza ore 9.00 dopo la colazione per il Monte Ortigara. È un’escursione di media difficoltà che porta a conoscere uno dei luoghi più famosi della Prima Guerra Mondiale
(battaglia dell’Ortigara, giugno 1917) ancora ricco di resti, testimonianze e monumenti come la famosa colonna mozza posta sulla cima. È anche un itinerario di
tipo naturalistico dovuto all’ambiente lunare della montagna e anche faunistico e floristico per la presenza di animali e vegetazione protetti e particolari.
Caratteristiche del percorso:
Difficoltà: E
Dislivello: 350 metri
Lunghezza: 7 Km a/r
Tempo: 2.40h a/r
Da Gallio si prende la strada che porta a Campomulo; si prosegue oltrepassando Malga Mandriele, fino ad arrivare a Piazzale Lozze dove si lascia l’auto. (dal Rif.
Campomuletto strada sterrata). Da qui seguirete il sentiero n. 840 ben segnato, procedendo verso la mulattiera che porta alla Chiesetta del Lozze (Qui è possibile
anche visitare un Ossario, contenente i resti umani ancor oggi reperibili sul campo di battaglia). Superata la chiesetta è consigliabile procedere dentro la trincea e visitare
l’osservatorio del Colonello brigadiere Jacopo Cornaro. Arriverete così a quota 1920m del M. Lozze da dove si gode di uno strategico punto panoramico per capire il vasto
campo di battaglia dell’Ortigara. Continuerete verso il Baito Ortigara per lasciarlo poi alle spalle e proseguirete verso Ovest, passando lungo il Coston dei Ponari. Salendo
arriverete alla trincea austroungarica scavata all’interno della roccia. Dopo poco giungerete alla sommità del monte, a quota 2105m dove troverete il cippo italiano, da
qui, scendendo a quota 2086m troverete il cippo austriaco. Qui il sentiero si fa più ripido, prestare attenzione soprattutto se bagnato. Dopo questo tratto, a metà
percorso entrerete all’interno di una galleria e seguirete, poi, il sentiero verso sud all’interno del Vallone dell’Agnellizza. Da qui il panorama è spettacolare, a destra il
Monte Ortigara e sinistra la Cima della Caldiera. Da qui il ritorno è sulla stessa via dell’andata. Pranzo al sacco.
Per il pomeriggio potete rilassarvi nella SPA dell’hotel, oppure, se siete amanti dei formaggi, consigliamo di andare al Caseificio Pennar dove è possibile acquistare il
Formaggio Asiago e altri prodotti Caseari.
Cena e pernottamento.

3°giorno: Monte Cengio
Partenza ore 9.00 dopo la colazione per il Monte Cengio. Un altro spettacolare itinerario che vi condurrà a uno dei luoghi più spettacolari e significativi della Prima
Guerra Mondiale. Percorso poco impegnativo con un elevato valore storico da dove si può ammirare uno dei paesaggi più belli dell’Altopiano. L’escursione è facile, su
mulattiera, a tratti esposto ma sempre ben protetto. Si consiglia l’utilizzo di una torcia per i tratti all’interno delle gallerie.
Caratteristiche del percorso:
Difficoltà: facile
Dislivello: 150 m
Lunghezza: 6 Km a/r
Tempo: 3/4h (andatura turistica)
Il punto di partenza del sentiero è situato in corrispondenza del Piazzale “Principe del Piemonte” a Cogollo del Cengio. Dopo aver parcheggiato imboccherete la strada
sterrata che parte dalla sinistra del piazzale. Il sentiero è tutto su mulattiera attraversando, in diversi punti, delle gallerie. La funzione di questa mulattiera di
arroccamento, chiamata anche “granatiera”, era quella di consentire l’accesso alla zona sommitale attraverso una via protetta dai tiri dell’artiglieria austriaca. Per tutto il
tragitto avrete una spettacolare vista sulla parte finale della Valle dell’Astico e sulla retrostante pianura. Dopo aver raggiunto il Piazzale Pennella percorrendo un ultimo
tratto di salita, accederete alla zona sommitale del monte. (1347m). Dopo aver visitato la cima, seguirete la strada militare da Piazzale Pennella vi porterà fino alla
chiesetta intitolata ai Granatieri di Sardegna. Da qui per strada asfaltata fino al Piazzale Principe di Piemonte, punto di partenza. Pranzo al sacco.
Per il pomeriggio potete rilassarvi nella SPA dell’hotel, oppure, fare una passeggiata per il centro di Asiago e visitare il famoso Sacrario, dove sono state traslate circa
54.000 salme e dove si può visitare l’annesso museo con cimeli, ricordi, materiale e la famosa lettera scritta da un giovane soldato alla vigilia della battaglia dell’Ortigara
rinvenuta negli anni ’50. (Il Sacrario è aperto dal martedì alla domenica la mattina dalle ore 9 alle 12, il pomeriggio dalle 14 alle 17.)
Cena e pernottamento

4°giorno: Monte Zebio e ritorno a casa
Colazione e fine dei servizi.
Prima di tornare a casa, se avete voglia di camminare ancora, consigliamo l’escursione al Monte Zebio. Escursione adatta a tutti che non presenta difficoltà e di grande
interesse storico.
Caratteristiche del percorso:
Difficoltà: facile
Dislivello: +437m, -437m
Lunghezza: 8,3km
Tempo: 3h ca
Punto di partenza è la Croce di Sant’Antonio. (dall’aeroporto di Asiago in prossimità della contrada Rigoni di Sotto, si prende la strada per Val Giardini. Dopo circa tre
chilometri si giunge alla Croce di S. Antonio). Da qui proseguirete verso il sentiero Cai n. 832, lungo il quale si incontrano il cimitero della Brigata Sassari e la Mina di
Scalambron, due luoghi che meritano un momento di sosta. Qui, l’8 giugno 1917, l’intero Reggimento di Fanteria Catania fu spazzato via dall’accidentale scoppio della
mina che esso stesso stava preparando, due giorni prima dell’attacco previsto dall’esercito italiano. Da qui continuerete e raggiungerete la Cima del Monte Zebio da
dove si apre un ampio panorama che spazia dalla Val di Nos alle Melette di Gallio e Foza, da Cima Ekar al Monte Grappa. Da qui, lungo le trincee del M. Zebio
raggiungerete Malga Zebio. Da Malga Zebio riprenderete il sentiero Cai 832 fino al Bivacco dell’Angelo da dove ritornerete al punto di partenza.
Pranzo al sacco e rientro.
QUOTA COMPRENDE:
– 3 notti presso hotel **** in Camera Junior Suite con trattamento b&b
– benvenuto da parte di un referente con consegna materiale informativo
– assistenza h24
– assicurazione medico bagagli
QUOTA NON COMPRENDE:
– tutti i pranzi e le cene
– spese personali
– tutto ciò non menzionato in quota comprende
Prezzo: 310,00 € + supplemento alta stagione fino al 23/08/20 (50,00 €)
Per le condizioni contrattuali consultate il sito internet o richiedetele in agenzia. Le stesse
condizioni sono depositate presso la Provincia di Verona all’ufficio del turismo.
Organizzazione tecnica:
PLANET VIAGGI RESPONSABILI
Via Vasco de Gama 12a – VERONA
Tel: 045 8342630 – 045 8948363
E-mail: viaggiresponsabili@planetviaggi.it

Asiago -bosco

Commenta l'offerta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter

Ricevi in anteprima le nuove offerte. Iscriviti alla newsletter.

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente forniti, saranno trattati da Banca Popolare Etica Società cooperativa per azioni, Padova, Via N. Tommaseo, 7 Titolare del trattamento, per le seguenti finalità: (I) registrazione al sito e corretto utilizzo dei servizi correlati; (II) iscrizione alla newsletter informative della Banca. Ti ricordiamo che per dar seguito alla tua richiesta relativa ai trattamenti (II) precedentemente indicati, è necessario esprimere il tuo consenso. Ti ricordiamo che avrai sempre la possibilità di revocare il consenso a tale iscrizione cliccando sull'apposito link presente in ogni newsletter. Il conferimento dei tuoi dati personali è libero tuttavia il mancato conferimento degli stessi non ci permetterà di iscriverti alla nostra newsletter. Se decidi di fornirci i tuoi dati, ti informiamo che questi saranno trattati da personale autorizzato dal Titolare del trattamento e saranno conservati esclusivamente per il tempo necessario ad adempiere alla finalità indicata (salvo diversi obblighi di legge). In nessun caso i tuoi dati saranno diffusi, ma ti informiamo che potranno essere comunicati a terzi soggetti che svolgono, per conto di Banca Etica, specifici servizi volti a garantire il corretto perseguimento della citata finalità. Ti ricordiamo infine che, ai sensi degli articoli 15 e ss. del GDPR, hai diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati che ti riguardano, di ottenere l’indicazione dell’origine e delle finalità e modalità del trattamento, l’aggiornamento, la rettificazione, l’integrazione dei dati nonché la cancellazione dei dati trattati in violazione di legge o qualora sussista uno dei motivi specificati dall’articolo 17 del GDPR. Per esercitare tali diritti puoi inoltrare richiesta scritta al Responsabile per la Protezione dei dati (Data Protection Officer): DPO@bancaetica.com.

Apri un conto

L'unico conto corrente completo e con una garanzia unica: quella di sapere che i tuoi soldi vengono impiegati per la nuova economia.

Scopri di più