Icon group

Sei socio di Banca Etica?

Allora entra anche tu in Soci in Rete! Compila questo modulo, è facile e ti permette di entrare nel nostro circuito della nuova economia

Inizia a vendere
Computer e Accessori, Formazione, Natale, Paga con Satispay

Free Software, perché no?

Tovis Consulenze IT Scade il 31 Marzo 2021 Contatta il Socio

TuxTUX, il logo di Linux

lewing@isc.tamu.edu Larry Ewing and The GIMP, CC0, via Wikimedia Commons

Moltissimi utilizzatori di PC pensano che PC significhi Microsoft, cioè generalmente Windows + Office. Per altri, meno numerosi, il PC nemmeno esiste, esistono il Mac e l’iBook; sto parlando di Apple, naturalmente. Il mercato consumer (ma anche gran parte di quello business) è preda, in pratica, solamente di questi due colossi. Che si fanno pagare profumatamente. Del resto, se acquistate un PC (o un Mac) attraverso i canali ufficiali, provate a dire che non volete Windows, che ne volete uno “naked“, cioè senza sistema operativo… definizioni cavillose a parte, si tratta di un duopolio de facto.

Beh, esiste una terza via, che vale la pena conoscere. Probabilmente avete sentito parlare di “sistemi Linux”: con essi si entra nel mondo del “software libero”. Un mondo nel quale le applicazioni che ci servono, come il classico Office, o come i programmi per la gestione del disegno, della grafica, del fotoritocco, e chi più ne ha più ne metta, non costano nulla, o in ogni caso molto, ma molto meno. Come è possibile? In breve, la filosofia del software libero prevede la libera diffusione sia dell’applicazione che del codice sorgente e ne incoraggia la modifica ed il miglioramento da parte di chiunque sia in grado di farlo. Col tempo si sono formate intere comunità di sviluppatori che hanno creato e messo a disposizione di tutti migliaia di applicazioni e utilities di ogni tipo. Tutto iniziò nel 1994, quando, primo frutto di questa filosofia, nacque un nuovo sistema operativo (meglio, una famiglia di sistemi operativi), cioè un software che fa le stesse cose di Windows, per intenderci. E’ quello che in genere viene indicato come Linux, mentre invece sarebbe più corretto parlare di sistemi GNU/Linux. Quindi per utilizzare del software libero devo smettere di usare Windows e passare ad un sistema GNU/Linux? La risposta è no! Ecco perché la via del software libero diventa percorribile, direi anzi appetibile… esistono moltissime applicazioni libere e gratuite perfettamente compatibili con Windows (ma non per iOS). Vale davvero la pena di pagare un pacchetto complesso e sofisticato come MS Office per usarne sì e no al 10% le potenzialità? Ci sono decine di software gratuiti che possono benissimo sostituirlo…

Se siete interessati contattatemi, ai soci Banca Etica offro uno studio gratuito della fattibilità e convenienza di un passaggio ad applicativi di software libero sulla base delle esigenze reali, e sconti su eventuali attività di formazione, installazione ed assistenza.

Commenta l'offerta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatta il Socio

Nome e cognome * Email *
CAG
Telefono * Messaggio
Accetto il trattamento dei dati personali privacy e i termini d'uso *

Newsletter

Ricevi in anteprima le nuove offerte. Iscriviti alla newsletter.

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR), ti informiamo che i tuoi dati personali, da te liberamente forniti, saranno trattati da Banca Popolare Etica Società cooperativa per azioni, Padova, Via N. Tommaseo, 7 Titolare del trattamento, per le seguenti finalità: (I) registrazione al sito e corretto utilizzo dei servizi correlati; (II) iscrizione alla newsletter informative della Banca. Ti ricordiamo che per dar seguito alla tua richiesta relativa ai trattamenti (II) precedentemente indicati, è necessario esprimere il tuo consenso. Ti ricordiamo che avrai sempre la possibilità di revocare il consenso a tale iscrizione cliccando sull'apposito link presente in ogni newsletter. Il conferimento dei tuoi dati personali è libero tuttavia il mancato conferimento degli stessi non ci permetterà di iscriverti alla nostra newsletter. Se decidi di fornirci i tuoi dati, ti informiamo che questi saranno trattati da personale autorizzato dal Titolare del trattamento e saranno conservati esclusivamente per il tempo necessario ad adempiere alla finalità indicata (salvo diversi obblighi di legge). In nessun caso i tuoi dati saranno diffusi, ma ti informiamo che potranno essere comunicati a terzi soggetti che svolgono, per conto di Banca Etica, specifici servizi volti a garantire il corretto perseguimento della citata finalità. Ti ricordiamo infine che, ai sensi degli articoli 15 e ss. del GDPR, hai diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati che ti riguardano, di ottenere l’indicazione dell’origine e delle finalità e modalità del trattamento, l’aggiornamento, la rettificazione, l’integrazione dei dati nonché la cancellazione dei dati trattati in violazione di legge o qualora sussista uno dei motivi specificati dall’articolo 17 del GDPR. Per esercitare tali diritti puoi inoltrare richiesta scritta al Responsabile per la Protezione dei dati (Data Protection Officer): DPO@bancaetica.com.

Apri un conto

L'unico conto corrente completo e con una garanzia unica: quella di sapere che i tuoi soldi vengono impiegati per la nuova economia.

Scopri di più